31 maggio 2010

Israele è la roccaforte degli interessi occidentali in medio oriente: ipocritamente si piangerà per l’”incidente di percorso sull’emancipazione dello stato di israele” fino a quando tutti metteranno questa notizia nel cassetto della storia. Una storia che è la stessa da mezzo secolo e più, che si ripete ciclicamente: il gatto che si morde la coda occidentale.

In tutto ciò la tristezza di capire che gli episodi di quei territori sono la punta dell’iceberg della nostra ipocrisia; lì si dovrebbe giocare una partita per migliorare la nostra società, lì c’è una chiave che stiamo usando da oltre cinquant’anni, nel peggior modo possibile.