Locandine e licenze creative

Grazie alla segnalazione del buon vecchio @scalva, un paio di giorni fa scopro che una delle fotografie che scattai al G8 di Genova 2001  è diventata la locandina di un docu-film prodotto dalla Minerva Pictures.

fregato

La mia piccola  (ma importante) comunità di twitteri, si è subito mobilitata supportandomi con consigli, colorite esclamazioni di sostegno e condivisione selvaggia. Con il dente abbastanza avvelenato, anche perchè tutti i contenuti del mio sito sono chiaramente rilasciati protetti da licenza creative commons BY-NC-SA 3.0, ho contattato via mail la casa di produzione. Il giorno seguente mi raggiunge telefonicamente Stefano, project manager alla Minerva Pictures.

Dopo essersi scusato, mi chiede cosa può fare per riparare al malinteso. Constatata la tempestività ed il suo sincero rammarico per l’inconveniente, scarto l’idea di chiedere un generoso contributo in vil denaro (…) e gli sottopongo le altre condizioni per chiudere la faccenda: inserire l’url del mio blog sul manifesto, sulla cover del DVD e sul sito del film, rilasciare le opere derivate dalla mia foto protette  dalla stessa licenza e provvedere ad una donazione alla creative commons.

Tutte le mie richieste vengono accolte di buon grado, ci facciamo una bella chiacchierata sui limiti del copyright e sulla necessità di superarlo e mi promette che mi spedirà alcune copie del film e la locandina autografata dai registi.

Chiuso l’incidente sorrido compiaciuto dal fatto che una mia foto sia stata apprezzata tanto da diventare la locandina di un film: piccola gratificazione in un momento storico dove di sorrisi, non se ne contano poi molti.

minerva

Locandina The summit: download

Articoli correlati:

6 pensieri su “Locandine e licenze creative

  1. Sul sito ho visto che ti hanno accreditato… però per quanto riguarda manifesto e dvd ho dei forti dubbi: il film è uscito a febbraio 2012 e ora non credo proprio che dopo un anno rifaranno le matrici di stampa per inserire l’url del tuo sito e i credits a tuo favore. :-(

    • A fine articolo ho messo in download la locandina con la fascetta con il riferimento al blog. I prossimi DVD avranno anch’essi l’url in evidenza…non sembra siano riusciti a piazzare molto il loro film: per il momento prevedono la stampa di una ventina di dvd e 5 o 6 locandine con la modifica.

      Gli ho promesso che distribuirò un po’ di copie qui a TS nel circuito “alternativo”, magari salta fuori qualche proiezione pubblica.

      • Bon, bon… Il film non l’ho ancora visto ma so che è stato molto criticato e a molte persone “coinvolte” nelle storie di Genova non è piaciuto.
        Magari quando t’arriva il dvd ci becchiamo da me o da te e facciamo seratina a guardarcelo con la compagnia di qualche birretta. :-) Se poi vale, prova a chiedere al Topo… non credo ci sarebbero problemi ad organizzare una proiezione al Germinal.

        • in ogni caso – non per far polemica a tutti i costi – però mi sfugge il concetto della Minerva di “Svista in buona fede”. Quella foto c’era solo sul tuo blog e io l’avevo twittata qualche tempo fa. Il che significa che chi ha fatto le grafiche è venuto su questo blog (dove sei facilmente contattabile), ha scaricato la foto fregandosene del CC e l’ha usata senza dirti nulla. Dov’è la Buona Fede?

          • Da quello che ho capito, la persona che mi ha contattato era preposta al controllo dei diritti e non ha controllato quello che gli ha passato il grafico, dando per scontato che fosse opera originale.

            Non so quante persone abbiano scaricato la foto e quando: potenzialmente potrebbe essere nell’hard disk di centinaia di persone e sui server di mezzo mondo…non ho mai editato le immagini inserendovi nelle proprietà licenza o riferimenti al blog: può quindi essere che chi l’ha presa non avesse più il riferimento al mio sito e abbia fatto lo gnorri…potrebbe essere…

            ‘nsomma…è andata così: la birra la porterò io (è il minimo), pensavo di dare copie al topo, alla cdc e bho…qualche casa del popolo. Vedremo…

Rispondi a zakunin Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>