Avete voluto la bicicletta?

monociclo a motore

monociclo a motore

Villa Carsia, nel cuore dell’altipiano triestino:
C’è un gruppo di operatori che, ardimentosi nel cuore e nello spirito, dimenticati da tutto e da tutti,  affrontano ogni giorno, one’o'one, utenti psichiatrici piuttosto impegnativi.

Succede allora che qualcuno (del servizio) si rende conto, dopo pronta segnalazione (degli operatori) che uno di loro (utenti), potrebbe usare una bici.

Succede che gliela portano, all’utente, fiammeggiante, 200 marce, leggerissima, con luci e stop, freno a disco e campanellino che fa “dling” ma anche “dlong”.

Succede che anche l’operatore, che dovrebbe accompagnare in queste entusiasmanti sgroppate carsoline l’utente, abbia bisogno di una bici.

Succede che gliela portano: senza freni, ruote bucate, catena ruggine.

E’ un po’ la metafora del nostro lavoro…

Hai voluto la bici operatore??? Riparatela!!!

Articoli correlati:

7 pensieri su “Avete voluto la bicicletta?

  1. buona sera sono un operatore ecologico “sociale”non osavo nemmeno immaginare che potesse esistere un sito “coop sociali”,ne sono lusingato,ciò vuol dire che non siamo del tutto fantasmi!A dicembre ci scadrà di nuovo il ccnl cgil ci aveva “promesso”che per tutto luglio avrebbero fatto una nuova piattaforma per il rinnovo del ccnl ma a quanto pare anche loro sono diventati fantasmi!Ci sarebbe un modo per sollevare protesta in merito anche senza sindacati(nel rispetto delle leggi s’intende!)?Nell’ultimo incontro col sindacato(che risale a circa quttro mesi fà dopo di che “fantasmi”!)ci hanno detto che era stato firmato il testo unico che valeva a dire(a loro detta!) per i lavoratori coop sociali settore igiene ambientale stessi diritti salariali dei LAVORATORI con ccnl FISE e FEDERAMBIENTE.Sarà vero?Oppure è la solita promessa “bufala”?Che tristezza ,a pensare che svolgiamo lavori di primaria importanza!

    • @arcangelo
      Sono operatore sociale da un lustro oramai. Il mio blog non è dedicato solamente al lavoro, ma è un po’ un diario personale dove, oltre al lavoro, confluiscono vari pezzi della mia vita.
      Ci sono altri blog ed altri siti che trattano più specificatamente del lavoro nel sociale. Seguo regolarmente, ad esempio, questi blog: http://mujeres_libres.blog.tiscali.it/ , http://reparto6.splinder.com/ .
      Attraverso i link presenti poi su questi blog, puoi raggiungere altri siti e community di operatori sociali.

      Siamo comunque una categoria disunita ed inconsapevole delle sue potenzialità e della sua utilità e questo si riflette anche nella sua presenza in rete ed un comune punto di riferimento, che io sappia, non esiste.

      Grazie della visita.

  2. Scusi l’intrusione,la mia domanda non c’entra molto con l’ecologia.Ero interessato alla foto del Monociclo a motore nella foto qui spora.Ma é di sua proprietá? Lo ha progettato lei? È UN”OPERA D’ARTE…Secondo lei é possibile ricavare uno simile da una Gilera 300B America degli anni ’60?…mi spiega come costruirlo.
    Grazie per l’attenzione

    • E’ un’immagine che a suo tempo trovai sul web: concordo sul fatto che il monociclo della foto sia un capolavoro.

      Immagino sia possibile farselo in casa ma non saprei da che parte iniziare: ho smontato e rimontato più di qualche motore di vespa, ma la mia esperienza con la meccanica si ferma a questo.

      Grazie per la visita.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>